Messaggio augurale del Dirigente Scolastico – Pasqua 2020

Da settimane sembra che sia scesa la sera… presi alla sprovvista da una tempesta inaspettata e furiosa ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e disorientati, e nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme, tutti bisognosi di confortarci a vicenda.Papa Francesco

Carissimi,

in questo tempo di emergenza e di difficoltà che noi tutti stiamo attraversando e che, nella richiesta di “rinunce”, ci riporta alla necessità di migliorare la nostra attenzione verso il “bene comune”, in un momento tanto duro e difficile per tutto il Paese, il compito formativo della Scuola si rafforza: siamo tutti a casa, ma tutti a scuola per mantenere viva la nostra “comunità”, anche per combattere il rischio di isolamento, di abbandono, di demotivazione dei nostri studenti, specie dei più fragili.

Mai, come ora, la Scuola è presidio di cittadinanza attiva, di legalità e di coesione sociale.

Colgo l’occasione per esprimere particolare gratitudine ai “miei” docenti, alla vicepreside, allo staff, all’animatore digitale, al DSGA, alle funzioni strumentali, al personale Ata e a tutte le altre figure di sistema, tutti impegnati, a vario titolo, con grande senso di responsabilità e professionalità, a “fare scuola” “fuori dalla scuola”.

Il loro lavoro, oggi più che mai di grande rilevanza etica e sociale, rende vivo, infatti, in ciascuno di noi il senso di appartenenza ad una istituzione scolastica che si conferma a pieno titolo “Comunità educante”, al servizio di quanti hanno riposto in essa la propria fiducia.

Solitamente il valore di ogni cosa si percepisce meglio quando viene a mancare: auspico con fiducia che questa particolare condizione offra a tutti noi, la possibilità di riflettere, tramutando questo momento difficile in “opportunità”.

Tutto può diventare occasione di crescita, anche le crisi, soprattutto le crisi!

Mi rivolgo alle nostre studentesse e ai nostri studenti, che invito ad essere sereni e a studiare al massimo delle loro potenzialità. Incito tutti e soprattutto coloro che si accingono, con grande responsabilità e maturità ad affrontare l’Esame di Stato, a riflettere sulla propria identità e sui progetti futuri, evitando il rischio di disperdere energie e risorse. Desidero invitarli a non arrendersi, ad affrontare con impegno e determinazione quest’ultimo scorcio dell’anno scolastico che continua, seppur in modalità finora per noi del tutto inedite.

Desidero ringraziare i genitori che ,nonostante le problematiche derivanti dall’attuale stato di emergenza, hanno collaborato molto con la scuola favorendo, così, la messa a sistema della didattica a distanza.

Altresì desidero ringraziare i Sindaci, l’amministrazione comunale, la Protezione Civile, di Solofra e di Montoro, nonché le associazioni locali che ci hanno consentito di rafforzare l’azione sociale della scuola, facendo da ponte tra l’istituzione scolastica e le famiglie, supportandola anche nella consegna dei devices agli alunni.

A tutti porgo i migliori auguri di una Buona Pasqua, consapevole che quest’anno sarà una festività insolita, diversa dalle altre, e che abbiamo bisogno più che mai di una parola di speranza, abbiamo necessità di condividere il senso di comunità che potrà portare a tutti poco o tanto conforto.

Che sia una Pasqua di speranza, e questo tempo che ci restituisce alla limitatezza della nostra umanità, doni a noi tutti la forza per affrontare, con resilienza e coraggio, quanto ancora manca nel cammino verso un “giorno nuovo” che noi tutti attendiamo, dal punto di vista sanitario ed economico.

Solofra, 9 aprile 2020

Il Dirigente Scolastico

Lucia Ranieri